Blog

L’arrampicata

L’arrampicata

L’arrampicata che in inglese, si dice climbing, può essere definita come la salita di un ostacolo, sia esso una parete rocciosa, naturale o un pannello artificiale o una qualsiasi struttura urbana. Il percorso effettuato durante un’arrampicata viene detta via d’arrampicata, che è distinta dalla via ferrata, usata invece in ambito alpinistico e completamente attrezzata. I praticanti dell’arrampicata vengono detti arrampicatori, rocciatori o anche scalatori.

I tipi di arrampicata

L’arrampicata si può classificare come una disciplina composta da un aspetto fisico motorio e da un importante componente psicologica e mentale che raggruppa l’insieme delle discipline sportive nate a partire dagli anni settanta.

Diversi sono i tipi di arrampicata, vi è l’Arrampicata libera (free climbing) in cui l’arrampicatore affronta la progressione con il solo utilizzo del corpo. Questo non esclude a priori l’utilizzo di attrezzatura, come la corda, l’imbrago, il discensore, i moschettoni, i nuts, i friends e i rinvii, come nelle altre categorie ma tale equipaggiamento è usato esclusivamente per l’assicurazione, ossia per sicurezza o per limitare i danni in caso di caduta.

Poi vi è l’Arrampicata artificiale, nella quale vengono utilizzati aiuti artificiali per compiere la scalata, questo tipo di scalata si distingue in base alla tipologia di ascesa, al numero di soggetti, cioè progressione in solitaria con un singolo arrampicatore oppure progressione in cordata con più arrampicatori.

Bisogna eseguire un’adeguata distinzione anche in base all’ambiente in cui essa si svolge, se siamo su roccia, cioè pareti rocciose in ambiente naturale, oppure su ghiacciai o cascate gelate, oppure su un terreno misto, caratterizzato dalla presenza di due o più tipologie di terreno da affrontare, oppure in indoor, cioè palestre attrezzate con pannelli artificiale chiamate rocciodromi.

Tipi di arrampicata divisi per tipologia di ausilio di sicurezza

Diversi modi per effettuare una scalata che variano in base all’attrezzatura di sicurezza utilizzata. Distinguiamo l’arrampicata tradizionale, che consiste in un’arrampicata libera in cui gli ancoraggi di sicurezza sono amovibili. È il tipo di scalata più diffuso.

Vi è l’arrampicata sportiva, è uno stile di arrampicata che sfrutta ancoraggi permanenti, che vengono fissati alla roccia per la protezione. Questo tipo di arrampicata viene considerato un tipo di arrampicata livera poiché l’equipaggiamento viene usato esclusivamente per l’assicurazione, e non per aiutare la progressione.

Tipi di arrampicata divisi per tipologia di ausilio di sicurezza
Tipi di arrampicata divisi per tipologia di ausilio di sicurezza

Un’altra tipologia di arrampicata libera è l’arrampicata senza assicurazioni, in cui non si utilizzano alcune forme di protezione. Alcuni esempi sono il bouldering (sassismo) che si effettua su piccoli massi fino a 5-6 metri di altezza. Il free invece è uno sport estremo, e consiste nell’arrampicarsi senza alcuna sicurezza (come corde, chiodi, moschettoni…) ed è quindi si mette a rischio la propria vita.

L’arrampicata artificiale è uno stile di ascensione, su roccia o ghiaccio, nella quale si fa ricorso ad attrezzi e strumenti che aiutano la progressione. Quella su ghiaccio può essere libera o artificiale, e si svolge tipicamente su cascate di ghiaccio in inverno o su pareti completamente ghiacciate.

Infine vi è l’arrampicata indoor, che viene praticata su strutture costituite da pannelli su cui si montano delle prese, appigli artificiali di resina o altro materiale. Queste strutture vengono sfruttate sia come luogo di allenamento che come terreno su cui disputare le competizioni.

© 2020 Ywch Arco 2019